http://marketinglegale.it/images/studio-legale-avvocati.jpg

Tag:tutela del paziente

Powered by Tags for Joomla

Studio legale avvocato | risarcimento danni errore medico malasanitĂ 

avvocato malasanitĂ  | risarcimento danni | intervento chirurgico errato

Le cause più frequenti nelle aule di tribunale sono quelle che derivano da malpractice medica: si tratta di errori medici che determinano diagnosi sbagliate che ledono il paziente. A tal proposito, bisogna chiarire quale sia la conseguenza diretta ed immediata (ex art. 1223 cc) da ricondurre all’errore medico.

Se si effettua una diagnosi errata a cui fa seguito una terapia che determina degli effetti nocivi e dannosi per il paziente verremmo a trovarci di fronte ad una lesione che lede l’integrità a livello fisico e psichico del paziente, e che può essere provata attraverso referti e pareri medico legali.

avvocato colpa medica | errori medici gravi | danni permanenti

Altro settore su cui si insiste particolarmente è quello che inerisce il rapporto tra sanitario e paziente, ovvero se si tratta di responsabilità aquilana o di inadempienza.

Bisogna altresì chiarire, se nella prima circostanza le conseguenze che compromettono il soggetto danneggiato derivano dal fattore dell’ingiustizia ex art. 2043; invece nel caso di responsabilità contrattuale l’errore terapeutico e/o diagnostico costituisce di per sé inadempimento della complessa attività professionale del medico.

Altre conseguenze invece riguardano il peso delle prove da parte del paziente che è stato danneggiato, ovvero capire che cosa deve provare in tribunale. Altresì, è necessario capire se si può conseguire un risarcimento per danno non patrimoniale che deriva da un rapporto contrattuale.

studio legale | risarcimento danni | colpa medica

La responsabilità del medico. Per tanto tempo la maggior parte della giurisprudenza si è fondata sul concetto di colpa grave ex art. 2236 cc. Il medico risultava responsabile e colpevole solo in circostanze di evidente violazione delle regole e norme cautelari a livello sanitario o nell’assenza di applicazione dei criteri fondamentali ed essenziali che inerivano la specifica attività.

A tal proposito, importante è risultato il sostegno della Corte Costituzionale n. 166 del 28 novembre 1973, per la quale la colpa del medico appare grave quando viene commesso un errore di carattere professionale, nel senso che deriva da mancata esperienza e competenza. Attualmente, invece, non viene considerato l’ex art. 2236 cc. e ci si basa sull’accertamento degli elementi specifici della colpa penale ex artt. 42, 43 cp.

Comunemente si ritiene che la professione medica e sanitaria debba inserirsi nell’ambito delle attività rischiose ma che a livello giuridico sono permesse in quanto necessarie per la sfera sociale. Di norma la “responsabilità professionale medica” viene inquadrata nell’ampio genus della colpa. Per questo motivo si verrà accusati soltanto se vi è stata l’inosservanza delle normative cautelari di condotta, ovvero le cosiddette leges artis.

Effettivamente, invece, si deve violare l’obbligo di diligenza. Le cosiddette leges artis stabiliscono, nell’ambito della attività pericolose ma permesse giuridicamente, quale sia il cosiddetto “rischio consentito”. Soltanto colui che oltrepassa siffatto rischio, trasgredendo l’obbligo di diligenza e le normative cautelari di condotta, si verrà a trovare nell’ambito della colpa professionale, di carattere speciale.

Mentre, la colpa professionale di carattere generico si avrĂ  ogni volta che il medico o il sanitario non considerino le normative generali di comportamento relative alla prudenza, alla esperienza, alla negligenza.

Relazione di causalitĂ .

Nella professione medica risulta complicato provare se la condotta dell’agente includa una condotta attiva ovvero omissiva; la differenza tra colpa commissiva e omissiva è molto complessa, considerato soprattutto il numero elevato di normative sia giuridiche che di natura cautelare, etica, deontologica, che rendono ancora più complessa la legislazione speciale.

Sei stato vittima di un errore sanitario? Chiedi il giusto risarcimento del danno medico. Contattaci adesso il nostro è un’staff formato da avvocati penalisti, civilisti, medici legali ed esperti in casi di diritto penale, civile, sanitario come: errori nei interventi chirurgici, risarcimento danni da errori farmacologici, errori medici gravi come causa di morte, mancata chance di guarigione e invaliditĂ , malasanita,  risarcimento danno estetico da errato intervento chirurgico o chirurgia plastica (danno all' immagine), morte del paziente, colpa medica, comportamento doloso del medico, errore medico in pronto soccorso, diritti del malato e vittime di errori medici, malasanitĂ , trasfusione sbagliata, ritardo diagnosi errata cancro, tumori, mesotelioma, lesioni e morte del neonato amniocentesi, danni e morte del feto e madre in parto cesareo, fissa un colloquio a Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Taranto, Prato, Parma, Reggio Calabria, Modena, Reggio Emilia, Perugia, Livorno, Ravenna, Cagliari, Foggia, Rimini, Salerno, Ferrara, Sassari, Siracusa, Pescara, Monza, Latina, Bergamo, Forlì, Giugliano in Campania, Trento, Vicenza, Terni, Novara, Bolzano, Piacenza, Ancona, Arezzo, Andria, Udine, Cesena, Lecce.