http://marketinglegale.it/images/studio-legale-avvocati.jpg

Tag:studio medico legale risarcimento danni malasanitĂ  pinerolo

Powered by Tags for Joomla

Studio legale avvocato | risarcimento danni errore medico malasanitĂ 

risarcimento danni permanenti | intervento chirurgico errato | colpa medica

Tale pena non è giustificabile. La decisione conclusiva della corte sulla presumibilità della cheratite bollosa data dall'intervento è collegata all’asserzione del primo c.t.u. che la “cheratite bollosa prodotta dall'operazione per cataratta è oggi un malanno molto diffuso”, tanto che tali casi sono cresciuti dal 2 al 21,2% del 1990 (secondo un scritto di chirurgia della cornea del 1994) ed all'altro necessario fattore, secondo cui la consueta bilateralità della cornea guttata di cui soffriva la paziente e la non notificazione della sua esistenza da parte dello specialista neanche all'occhio sinistro “anche se la stessa è di mera osservazione ..., supponendo un altro intervento di cataratta all'occhio sinistro dopo 15 o 20 gg. da quella all'occhio destro, fa naturalmente congetturare che lo Sb., anche se cosciente dell’esistenza di cornea guttata agli occhi, non abbia avvisato della condizione di S., predisponendo due interventi – uno per ogni occhio - con tutte le avvedutezze necessarie, senza avvisare la S. di una conseguenza concretamente ipotizzabile dell'intervento medesimo (vedi bibliografia allegata alla elaborazione di parte appellante)” (nello stesso senso il verdetto enunciato a pagina 7, capoverso).

risarcimento danni intervento chirurgico | studio medico legale

Le conclusioni sono le medesime, sono accettabili e non contraddittorie, poiché non é univocamente dimostrativo delle carenze di cui all'art. 360, n. 5, c.p.c. il fatto che da altre sezioni dei pareri dei consulenti sarebbero potute emergere altre conseguenze. Per quanto concerne l’idea secondo la quale la valutazione delle dimostrazioni di rilevante influenza e la determinazione della conclusione di una difficile attività metodica, quale quella svolta dal c.t.u., spettano ai giudici di merito, che hanno informato le parti circa i pareri e gli altri elementi di prova alla base delle loro decisioni.

avvocato colpa medica | casi di malasanitĂ  | risarcimento danno errore medico

Peraltro, se la contro-ricorrente S. accerta che, in verità, il secondo rapporto dei consulenti d'ufficio aveva definito che la cornea guttata non era stata constatata (pagina 5 del controricorso, in fine), emerge l’eventualità che avrebbe potuto produrre una responsabilità da fallita diagnosi e correlata incapacità del trattamento chirurgico concesso; tuttavia, in assenza di revisione da parte sua del commento del verdetto, dove il giudice di merito perviene a una deliberazione opposta (- il ricorso accidentale è relativo ad altri aspetti -), non può essere soggetta a nessuna ulteriore delibazione, poiché la materia è oggetto di istituzione del giudicato. 3.

– La terza giustificazione non accoglie il verdetto per inadempimento e inattendibile attuazione degli artt. 1223 e ss., in merito ai canoni di identificazione delle lesioni indennizzabili, nonché per carenza descrittiva sui principali aspetti. In merito all’accertamento dell’assenza di elementi di errore professionale nell’esecuzione dell'intervento chirurgico di asportazione della cataratta, il recriminante afferma che dalla decisione della corte d'appello che approva l’indennizzo per i “duraturi mali e le enormi spese” che l’utente ha patito per la cheratite bollosa dopo l'intervento, emerge che l’evento nocivo ascritto all’oculista è appunto la stessa cheratite bollosa; ma, dal momento che lo specialista deve rispondere soltanto dell’inosservanza all’onere di avviso, e non delle conseguenze dell’inadempimento al diritto alla salute, avevano rilevanza ai fini di indennizzo, ma solo in rapporto all’inadempienza del diverso e libero diritto alla libera e conscia autogestione del malato “sull’eventualità di affrontare o no l’intervento (artt. 2, 13, 32, secondo comma, Cost.)”, peraltro affermato come obbligatorio, considerate le condizioni della paziente.

Ai fini dell’attribuzione della colpa allo specialista a causa delle conseguenza nefaste dell’intervento, necessario e realizzato perfettamente, sarebbe stata funzionale la decisione secondo cui la paziente non avrebbe accettato se le notizie fossero state date in modo idoneo, non potendosi altrimenti convalidare la presenza di nesso di causalità tra inadempimento (fallito avviso) e bene giuridico trasgredito (condizioni di salute).

Non si era arrivati a tale impostazione. In caso contrario, secondo il ricorrente, la necessitĂ  dell'operazione avrebbe solo avallato la corte d'appello al giudizio definitivo, secondo cui la donna avrebbe acconsentito anche in caso di idonea notificazione.

Sei stato vittima di un errore sanitario? Chiedi il giusto risarcimento del danno medico. Contattaci adesso il nostro è un’staff formato da avvocati penalisti, civilisti, medici legali ed esperti in casi di diritto penale, civile, sanitario come: errori nei interventi chirurgici, risarcimento danni da errori farmacologici, errori medici gravi come causa di morte, mancata chance di guarigione e invaliditĂ , malasanita,  risarcimento danno estetico da errato intervento chirurgico o chirurgia plastica (danno all' immagine), morte del paziente, colpa medica, comportamento doloso del medico, errore medico in pronto soccorso, diritti del malato e vittime di errori medici, malasanitĂ , trasfusione sbagliata, ritardo diagnosi errata cancro, tumori, mesotelioma, lesioni e morte del neonato amniocentesi, danni e morte del feto e madre in parto cesareo, fissa un colloquio a Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Taranto, Prato, Parma, Reggio Calabria, Modena, Reggio Emilia, Perugia, Livorno, Ravenna, Cagliari, Foggia, Rimini, Salerno, Ferrara, Sassari, Siracusa, Pescara, Monza, Latina, Bergamo, Forlì, Giugliano in Campania, Trento, Vicenza, Terni, Novara, Bolzano, Piacenza, Ancona, Arezzo, Andria, Udine, Cesena, Lecce.